Cloud Computing SaaS

  • Categoria dell'articolo:News

iabacloudL’evoluzione dell’infrastruttura IT può essere ricondotta a 3 momenti miliari: mainframe, client-server e Cloud Computing che è sostanzialmente l’era che stiamo vivendo in questi anni.

Il Cloud Computing è sostanzialmente un insieme di tecnologie informatiche che permettono l’utilizzo di risorse distribuite, accessibili di norma attraverso un semplice browser, pensate ai servizi di posta come hotmail, yahoo, gmail fino ai servizi più evoluti di googleapps o salesforce o zoho.

I vantaggi di una soluzione distribuita come applicazione web sono innumerevoli soprattutto in termini di costi e di efficienza sopratutto per organizzazioni geograficamente distribuite:

  • no costi infrastrutturale
  • no costi personale IT
  • tempistica di implementazione ridotta
  • upgrade automatici e trasparenti
  • servizi on demand

I vantaggi di un’applicazione web-based e distribuita sono indubbi, ed anche l’utilizzo di data center dedicati ed attrezzati che esternalizzano le problematiche della gestione dei sistemi, esiste sempre il problema della connettività che al giorno d’oggi grazie alla fibra, adsl e umts è quasi marginale.

Ma sulla questione “Cloud Computing” in molti manifestano le proprie perplessità, tra questi c’è anche Richard Stallman, guru dell’opensource che avverte:

“Una ragione per non usare le web application è la perdita del controllo i dati farmaciaabuonmercato.com fluiscono liberamente tra qualsiasi postazione o thin client in giro per il mondo e i datacenter, ma a scapito della capacità del legittimo proprietario di disporne a suo piacimento. Basti pensare a cosa accadrebbe nel caso in cui un account venisse sottratto al suo titolare: da quello stesso account potrebbe partire una reazione a catena, che coinvolgerebbe tutti gli altri servizi ad esso collegati, stravolgendo le attività personali e lavorative di quello stesso individuo.”

In effetti la problematica sollevata non è banale nè tanto meno di facile soluzione.

iabaduu ha scelto di stare nel mezzo ovvero offrire soluzioni SaaS con un architettura chiamata Multi Tenant (singola istanza applicativa con partizioni indipendenti per singolo cliente ) utilizzando software open source verticalizzato sul modello di business del cliente.

Una soluzione che permette di offrire al cliente un servizio estremamente efficiente a bassi costi con la garanzia di una futura portabilità dell’applicazione internamente grazie all’impiego di un’infrastruttura software opensource.